Flamingo Pop

CON:

Massimo Boschi, Sharon Tomberli

REGIA:

Kàos Teatri


TRAMA

È difficile non ritenersi sbagliati quando si è immersi in una società che sa vederti solo come un errore. Ed è proprio così che si sentono Flamingo e Pop, fino a quando la nascita di un’insolita amicizia insegnerà loro a guardarsi l’uno con gli occhi dell’altra e a scoprire che inaccettabili difetti possono rivelarsi splendidi talenti.

Un percorso alla scoperta di sé stessi e delle mille sfumature che rendono ognuno di noi unico e prezioso esattamente così com'è.

Uno spettacolo interamente senza parole, divertente e sorprendente, che attraverso la simbologia degli animali aiuterà i bambini a non fermarsi alle apparenze e a scoprire il valore delle differenze e della solidarietà.

Nell'amicizia, come in tutte le relazioni umane, ciò che conta non è omologare gli altri a noi stessi o al nostro prototipo immaginario di “amico”, ma aiutare ciascuno a esprimere il proprio vero io.

 

 

NOTE DI REGIA

Il regno animale è da sempre considerato inesauribile fonte di spunti e insegnamenti per l’uomo di ogni epoca. La previdente formica sa come affrontare ogni imprevisto, il minuscolo topolino sa come tenere testa al possente elefante, la lenta tartaruga sa che la sua determinazione può portarla ovunque. Ogni razza animale, a suo modo, possiede una capacità unica e preziosa su cui contare.

Ispirandoci a una favola popolare africana, abbiamo scelto di prendere spunto per i protagonisti della nostra storia da due animali insoliti: il fenicottero e il gamberetto.

 

Nel nostro immaginario fantastico, questi due animali diventano modello su cui plasmare alcune caratteristiche umane. Il regno animale diventa così specchio della società umana: se nel primo sono la razza e il contesto in cui sei inserito a stabilire ciò che sei, nel secondo sono le aspettative e i pregiudizi degli altri a determinare ciò che dovresti essere.

Dalla nostra Flamingo, snella e slanciata, con le gambe lunghe e l'eleganza di un fenicottero, ci si aspetterebbe un portamento aggraziato e strabilianti doti di ballerina; mentre Pop, rosso come un gambero e pieno di energie, non potrebbe che essere un ottimo cantante.

Ma Flamingo in realtà è maldestra, goffa e scoordinata, mentre Pop ha una voce stridula e stonata.

Non soddisfacendo le aspettative del loro mondo, Flamingo e Pop si trovano appiccicata addosso la stessa etichetta “Escluso”. Ma l’amicizia saprà ribaltare la loro visione di sé, insegnando loro ad apprezzarsi esattamente per quello che sono.

“Splash. Splash. Splash. Ahahahah!”

 

[video: Lorenzo Dalcò]