Manuel Amadasi

Nato a Parma il 2 luglio 1993, cresce a Montechiarugolo, una realtà piccola ma rivelatasi nel corso del tempo molto stimolante. Durante le scuole medie inizia lo studio della musica, nello specifico del clarinetto, che lo accompagna ancora oggi nella sua carriera da attore.

 

Si diploma nel 2012 presso l’Istituto Tecnico Commerciale Macedonio Melloni con 95/100. La sua formazione teatrale inizia già durante il periodo scolastico sotto la guida della piccola scuola del Teatro del Cerchio, nella persona di Mario Mascitelli. I quattro anni trascorsi in questa piccola scuola gli permettono di confrontarsi con altri grandi maestri come Monica Bonomi, Antonio Zanoletti e César Brie. Senza limitarsi al ruolo di allievo, si esibisce in numerosi spettacoli in stagione al teatro e, in seguito a queste esperienze, si convince di voler trasformare la sua passione in una professione.

 

Tra il 2013 e il 2014 coglie la grande opportunità di trasferirsi a Sydney dove, oltre a lavorare per mantenersi, supera le difficoltà con la lingua e segue dei corsi di recitazione condotti da Sean O’Riordan presso la Darlo Drama, andando in scena con “The Homecoming” (Il ritorno a casa) di H.Pinter.

 

Rientrato in Italia, trascorre un periodo lavorativo lontano dal teatro per poi venire finalmente ammesso, alla fine del 2015, all’Eutheca - European Union Academy of Theatre and Cinema di Roma. Nel corso dell’anno accademico viene a contatto con grandi docenti, quali Federica Tatulli, Giancarlo Fares, Claudio Spadola, Massimiliano Cutrera, Enzo Aronica, Alfredo Colombaioni, Cristina Aubry, Angela Bucci, Elisabeth Bolognini, Ilaria Amaldi, Bianca Elton Ara e Lisa Ferlazzo Anatoli. I suoi studi includono il musical, il teatro di narrazione, l’acrobatica, la scherma, la dizione, il canto, la biomeccanica, la recitazione in inglese e la commedia dell’arte, che approfondirà successivamente con Carlo Boso.

 

Finito il periodo accademico capisce che è arrivato il momento di non fermarsi più. Vince il premio come migliore attore presso il Centro Culturale Artemia di Roma in occasione del festival “InCorti Teatrali” per poi esibirsi a Milano con “Il Ritratto” di N. Gogol, a Roma con “Gli amici del Rospo – Verlaine e Rimbaud” di G.Francione e infine a Trento con “L’Amico Gentile” della compagnia Kàos Teatri.