Alessandro Becchi

Classe 1990, si avvicina al teatro durante il liceo seguendo il corso curricolare tenuto dal maestro Umberto Fabi.

Una volta diplomatosi, frequenta a Bologna il corso propedeutico d'espressione teatrale presso l'Accademia d'Arte Drammatica Alessandra Galante Garrone condotto da Massimo Sceusa e Mirko Rizzotto, dove studia dizione, fonetica, voce, mimo, movimento, acrobatica, improvvisazione, recitazione e lettura espressiva.

 Successivamente si sposta a Milano e continua il suo percorso formativo presso l’Accademia di Teatro e Cinema ELF Teatro, diretta da Raul Manso. Seguirà il maestro sino al 2014 (con la collaborzaione dell'insegnante/attrice Maria Sara Mignolli).

 

 Frequenta il primo, secondo, terzo livello del Laboratorio di Sperimentazione Teatrale presso Scimmie Nude con Marco Olivieri, Igor Loddo, Andrea Magnelli e Claudia Franceschetti, nonché il quarto livello e l’Atelier di perfezionamento artistico e avviamento professionale col maestro e regista Gaddo Bagnoli.

Con il suo Atelièr porta in scena in diversi licei milanesi “L’Iliade” di Virgilio per la regia di Gaddo Bagnoli, spettacolo che partecipa a due festival, uno a Montecchio Emilia (RE) e a Napoli.

 

 Partecipa inoltre, tra il 2013 e il 2014, al laboratorio annuale IoNonParloSonoParlato, condotto da Igor Loddo, sotto la direzione organizzativa di Francesca Audisio.

 Nell'estate del 2013, del 2014 e del 2015 partecipa alla residenza teatrale IoNonParloSonoParlato presso l'Oasi Battifoglia di Assisi portando in scena lo studio dell’ ”Orestea” di Eschilo.

 

 Con la compagnia per ragazzi BIBOteatro partecipa in qualità di attore allo spettacolo “Bolla, la principessa senza parole”, pièce originale che gira per scuole e teatri milanesi e dell’Interland.

 

 Con la compagnia MADABò Teatro, da lui fondata assieme ad altri colleghi, realizza e produce due spettacoli:

“Il pranzo della Domenica”, liberamente ispirato a “La trasmograficazione” di Wendy Hammond, per la regia di Raul Manso e Maria Sara Mignolli, selezionato per la seconde edizione di IT FESTIVAL ( MI ).

“Ricordati che mi hai chiamato amore”, debutta a IT FESTIVAL per poi venir selezionato tra gli spettacoli finalisti del festival “Incanti” di Torino.

 

Nel 2019 entra a far parte della compagnia teatrale Kàos Teatri di Parma.

 
Se vuoi saperne di più sui componenti della compagnia, GUARDA QUA e scoprirai di più.

WORKSHOP E LABORATORI:

- intesivo con John Strasberg

- commedia dell'arte: Antonio Fava

- voce, canto: Chiara Guidi,  Carola Caruso, Ian Magilton (Roy Hart Theatre) ed Enrico Barbieri (Paolo Grassi)

- teatrodanza: Marcella Fanzaga, Danila Massara, Franco Reffo (compagnia NUT) e Silvia Vladimivsky

- commedia musicale: Giuseppe Galizia

- clownerie e giocoleria: Diego Draghi

- acting & casting: Raul Manso e Fabrizio Veronese

- trucco teatrale: Sara Rossi

- yoga: Veronica Gramegna

 

MUSICALMENTE:

- suona batteria, percussioni e canta

- è il batterista ufficiale del gruppo punk-rock psicoanalitico Punk Feud

 

SPOT E TV:
- spot: Mediolanum, Kinder, Hyundai. Altro Consumo, Mc Donald’s

- programmi televisivi: Affari Legali, Guess My Age, La compagnia del cigno, Furore!

OPERE LIRICHE (nel ruolo di mimo):

- Teatro alla Scala di Milano:
L’Elisir d’amore - regia di Grischa Asagaroff (2015 e 2019)

Andrea Chenier - regia di Mario Martone (2017-18), prima della Scala, diretta nazionale su Rai1

 

- Teatro Regio di Parma:

Jerusalem - regia di Hugo De Ana (2017)

Il Trovatore - regia Elisabetta Courir (2016)

Don Carlos - regia di Cesare Lievi (2016)

La forza del destino - regia di Stefano Poda (2010 e 2014)